ORGANO DI COORDINAMENTO NAZIONALE

L’OCN è presieduto dal Direttore dell’ISP e svolge i seguenti compiti:

  • propone strategie concrete di formazione alla CDDGP,
  • coordina la formazione di polizia e ne assicura la qualità,
  • garantisce un’unità di dottrina a livello nazionale,
  • rileva le esigenze della formazione di base, della formazione continua, dei quadri, dei formatori e degli specialisti e propone formazioni ad hoc.

 

 

Per svolgere ottimamente il suo compito l’OCN ha sei commissioni tecniche con missioni specifiche (dettagliate di seguito):

  • La Commissione d’esame (CE)
  • La Commissione della formazione continua (CFC)
  • La Commissione dei mezzi didattici (CMD)
  • La Commissione delle competenze sociali (CCS)
  • La Commissione d’esame sugli esplosivi (CEE)
  • La Commissione sulla sicurezza personale (CSP)

L’Alta scuola HE Arc di Neuchâtel, la Staatsanwaltsakademie presso l’Università di Lucerna, i tre centri regionali di formazione della Svizzera tedesca e quello del Ticino sono tutti rappresentati con un membro. La Svizzera romanda è rappresentata dal coordinatore della formazione romanda.

Nel quadro del CGF 2020, l’organizzazione e la composizione dell’OCN sono oggetto di verifica e di adattamento per rispondere alle esigenze attuali.

CE

Commissione d’esame  CE

La Commissione d’esame (CE) si riunisce sei volte l’anno. Veglia affinché gli esami si svolgano, sull’intero territorio nazionale, uniformemente, secondo principi di costante miglioramento e nel rispetto di logiche di economicità.

La composizione e i compiti della CE sono definiti nel dettaglio nei Regolamenti dell’esame professionale e dell’esame superiore di agente di polizia. Costituisce il collegamento tra la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) e gli organi responsabili della polizia come pure con i circondari d’esame regionali e nazionali.

L’attività della CE è supportata dall’ISP che svolge la mansione di Centro di coordinazione.

I compiti della CE sono i seguenti:

  • Emettere la Guida metodica per il Regolamento degli esami
  • Su richiesta delle Commissioni circondariali d’esame definisce gli orari e i luoghi di svolgimento degli esami
  • Definire il programma degli esami
  • Trattare le domande delle commissioni circondariali d’esame
  • Occuparsi della contabilità e della corrispondenza
  • Nominare gli esperti d’esame

 

Il presidente della Commissione d’esame è Stefan Aegerter, responsabile per gli esami federali e Quality manager ISP.

CFC

Commissione della formazione continua  CFC

La Commissione della formazione continua (CFC) è costituita in maniera paritetica nel rispetto dei Concordati, dei corpi cantonali e comunali, e delle lingue nazionali. Veglia per il buon sviluppo della formazione continua e risponde ai nuovi bisogni dei corpi di polizia organizzando o coordinando dei corsi destinati a tutti i partner della polizia.

I compiti della CFC sono i seguenti:

  • Analizzare regolarmente i bisogni della polizia nella formazione continua a livello nazionale, nell’ambito della formazione dei quadri, dei formatori e degli specialisti
  • Studiare nuove necessità della formazione di base e della formazione continua ed elaborare delle proposte all’attenzione dell’ISP
  • Approvare le nuove formazioni a livello nazionale che dovranno essere dispensate in almeno due lingue nazionali
  • Istituire, a seconda delle necessità, dei gruppi di lavoro ad hoc
  • Sollecitare all’occorrenza l’Organo di coordinamento nazionale

 

Il presidente della Commissione della formazione continua è Jürg Wobmann, Comandante della Polizia cantonale di Nidwaldo.

CMD

Commissione dei mezzi didattici  CMD

La commissione dei mezzi didattici (CMD) è costituita in maniera paritetica nel rispetto dei Concordati, dei corpi cantonali e comunali, e delle lingue nazionali. Veglia per il buon sviluppo dei mezzi didattici attuali destinati alla formazione di base e alla formazione continua, e risponde ai nuovi bisogni dei corpi di polizia e dei centri di formazione.

I compiti della CMD sono i seguenti:

  • Analizzare le necessità didattiche (manuali, regolamenti, piatteforme di sostegno, ecc..) della polizia a livello nazionale in tutti i settori della formazione di base e della formazione continua, nelle tre lingue nazionali
  • Contribuire alla scelta degli autori, dei gruppi d’autore e dei comitati di lettura (controllo di qualità) per tutti i mezzi didattici pubblicati
  • Contribuire alla valorizzazione delle pubblicazioni effettuate dalla sua agenzia in Svizzera e all’estero
  • Definire una pianificazione delle pubblicazioni e attribuire i compiti che ne derivano
  • Istituire, in caso di necessità, dei gruppi di lavoro ad hoc
  • Valutare i mezzi didattici pubblicati all’estero o in ambito privato al fine di valutare se indicarli quali possibili referenze
  •  Vegliare all’unità della dottrina nelle tre lingue nazionali
  • Comunicare le sue attività all’Organo di coordinamento nazionale e, se necessario, sollecitarlo

 

Il presidente della Commissione dei mezzi didattici è Reto Cavelti, Comandate della Polizia cantonale di Appenzello Esterno.

CCS

Commissione delle competenze sociali  CCS

La commissione delle competenze sociali (CCS) è costituita in maniera paritetica nel rispetto dei Concordati, dei corpi cantonali e comunali, e delle lingue nazionali. La CCS veglia per un’armonizzazione delle competenze nel campo della psicologia, dei diritti umani e delle competenze sociali e relazionali, in senso generale. La CCS è attiva nella formazione di base come pure nella formazione continua degli agenti di polizia. Lavora coordinandosi con CFC e CMD.

I compiti della CCS sono i seguenti:

  • Analizzare i bisogni della formazione continua della polizia a livello nazionale nell’ambito delle competenze sociali, delle competenze interpersonali, delle competenze relazionali, dei diritti dell’uomo e della deontologia
  • Definire le nuove necessità e pianificare una relativa offerta di corsi, in collaborazione con la CFC
  • Coordinare un’offerta di corsi equivalente per tutte e tre le regioni linguistiche, tenendo conto dei corsi offerti dai Corpi, dai Concordati e dai Centri regionali di formazione
  • Contribuire a facilitare le relazioni tra gli oratori e gli specialisti dei precedenti citati ambiti in Svizzera e con le organizzazioni estere
  • Istituire, in caso di necessità, dei gruppi di lavoro ad hoc

 

Il presidente della Commissione delle competenze sociali è Gerhard Lips, Comandante della Polizia cantonale di Basilea Città.

CEE

Commissione d’esame degli esplosivi  CEE

Il compito principale della Commissione d’esame degli esplosivi (CEE) è di garantire il buon sviluppo della formazione di polizia nel campo degli esplosivi. Questa è ugualmente responsabile dell’organizzazione degli esami, ed è competente per riconoscere i diversi permessi degli specialisti, nel rispetto della legislazione federale. Assicura inoltre il contatto con l’autorità di sorveglianza, la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI).

I compiti della CEE sono:

  • Interrompere e rivedere la guida metodica concernente il Regolamento sulla formazione e gli esami
  • Assicurarsi che i supporti del corso e d’esame rispondano alle regole riconosciute dalla tecnica di brillamento
  • Organizzare lo svolgimento del corso e degli esami
  • Stabilire i costi del corso e degli esami come pure il programma
  • Prendere atto delle iscrizioni ai corsi e agli esami
  • Decidere l’ammissione ai corsi e agli esami, e l’attribuzione della licenza
  • Esaminare le domande e i ricorsi, decidere sui casi disciplinari
  • Informare i candidati e la SEFRI in merito al programma dei corsi e degli esami
  • Organizzare l’infrastruttura per i corsi e gli esami
  • Nominare gli insegnanti e gli esperti degli esami

 

Il presidente della Commissione degli esplosivi è Jürg Zingg, Comandante della Polizia cantonale di Thurgovia.

CSP

Commissione sulla sicurezza personale  CSP

La commissione sulla sicurezza personale (CSP) è costituita in maniera paritetica nel rispetto dei Concordati, dei corpi cantonali e comunali, e delle lingue nazionali. Veglia per un’armonizzazione delle competenze, delle pratiche e delle tecniche nell’ambito della sicurezza personale, del tiro e del comportamento tattico. La CSP è attiva tanto quanto nella formazione di base quanto nella formazione continua, e lavora coordinandosi con la CFC e la CMD.

I compiti della CSP sono:

  • Procedere a un’analisi delle necessità in ambito della sicurezza personale, del tiro e del comportamento tattico per l’intero territorio nazionale, nell’ambito della formazione di base come pure per la formazione continua
  • Definire e unificare le procedure nell’ambito della sicurezza personale, del tiro, della difesa personale (con e senza arma), dell’ingaggio dello spray al pepe, del bastone tattico, del taser, ecc., per la formazione di base e la formazione continua
  • Elaborare dei concetti di formazione di base e continua per coordinare l’impiego dei mezzi destinanti alla sicurezza personale
  • Portare delle proposte all’Organo di coordinamento nazionale (OCN)

 

Il presidente della Commissione di sicurezza personale è Reto Pfister, Comandante della Polizia cantonale di Uri.