QUADRO ISTITUZIONALE

Di seguito presentiamo le principali istituzioni impegnate nel coordinamento della formazione di polizia.
Si tratta delle seguenti istituzioni:

  • Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (CDDGP)
  •  Conferenza dei comandanti delle polizie cantonali svizzere (CCPCS)
  •  Conferenza delle direttrici e dei direttori di sicurezza delle città svizzere (CDSCS)
  •  Società dei capi di polizia delle città svizzere (SCPCS)
  • Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI)
  • Commissione paritetica delle polizie svizzere (CoPa)

Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia – CDDGP

La Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (CDDGP) ha il compito di coordinare, a livello politico, la cooperazione tra i Cantoni in accordo con la Confederazione nell’ambito della polizia, della giustizia, dell’esecuzione delle pene e della migrazione. La CDDGP riunisce i Consiglieri di Stato competenti nell’ambito della sicurezza, della polizia e della giustizia.

Il miglioramento continuo delle attività delle amministrazioni cantonali è l’obiettivo della CDDGP. Essa s’impegna a favore di un’armonizzazione cooperativa operativa tra i Cantoni e costituisce, per i membri che ne fanno parte, un luogo di scambio operativo privilegiato.

La CDDGP sviluppa delle strategie comuni e rappresenta gli interessi politici dei suoi membri dinanzi alla Confederazione. E’ inoltre portavoce, verso la popolazione, degli interessi politici di portata nazionale che concernono la giustizia e la polizia.

La CCDGP è un’associazione istituita dai Cantoni. Dispone di commissioni tecniche permanenti nell’ambito del diritto penale, della prevenzione della criminalità, della circolazione stradale, della formazione di polizia e dell’esecuzione delle pene e delle misure.

La Conferenza ha un segretariato generale nella Casa dei Cantoni di Berna.

 

Comitato

Presidente

  • Consigliere di Stato Hans-Jürg Käser, Polizei- und Militärdirektion, Bern

Vice-presidente

  • Consigliere di Stato Beat Villiger, Sicherheitsdirektion, Zug

 

Per ulteriori informazioni vogliate consultare il sito internet: www.kkjpd.ch

Conferenza dei Comandanti delle polizie cantonali svizzere – CCPCS

La Conferenza dei Comandanti delle polizie cantonali svizzere (CCPCS), fondata nel 1896, è un’associazione corporativa. I suoi membri sono: La Comandante e i Comandanti delle polizie cantonali, il Comandante della Polizia della Città di Zurigo, i Direttori dell’Ufficio federale di polizia (fedpol) e dell’Istituto Svizzero di Polizia (ISP), la Presidente dei capi di polizia delle città svizzere (SCPCS) e il Capo della polizia del Principato del Liechtenstein.

Il principio di sovranità cantonale conferisce alla polizia delle competenze particolari. Nell’arco dei decenni la CCPCS è divenuta attrice imprescindibile nella sicurezza interna nazionale. Essa svolge ruolo da protagonista in tutte le questioni gestionali di polizia a livello d’organo operazionale della Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia.

Gli scopi della CCPCS sono:

  • Incoraggiare lo scambio di opinioni ed esperienze, come pure la collaborazione, tra i corpi di polizia svizzeri;
  • Fissare un’unica unità di dottrina e delle strategie comuni;
  • Assicurare una formazione di base e una formazione continua duratura e corrispondente alle necessità, come pure lo sfruttamento delle sinergie in tutti gli ambiti della polizia.

Seguendo le proposte del suo comitato, le decisioni della CCPCS sono prese nel corso della conferenza annuale e delle sessioni di lavoro. Le sue conclusioni costituiscono delle linee guida o delle raccomandazioni che non devono essere imperativamente seguite.

 

Presidente del Comitato

  • Stefan Blättler, Kommandant Kantonspolizei Bern

 

Per ulteriori informazioni vogliate consultare il sito internet: www.kkpks.ch

Conferenza delle direttrici e dei direttori della sicurezza delle città svizzere – CDSCS

La Conferenza delle direttrici e dei direttori della sicurezza delle città svizzere (CDSCS) riunisce i membri degli esecutivi municipali svizzeri aventi compiti di sicurezza e polizia. La Conferenza rappresenta, essendo indipendente dall’Unione delle Città svizzere, gli interessi e i bisogni legittimi in ambito della sicurezza per la popolazione delle numerose città svizzere di grande o media taglia. A livello comunale è da considerarsi allo stesso livello della Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia CDDGP.

Il primo obiettivo della CDSCS è di rinforzare i legami tra la quarantina di città che ne fanno parte al fine di rispondere ai loro problemi e alle loro attese in materia di sicurezza. La CDSCS mira inoltre a porre l’attenzione sulle necessità particolari nelle discussioni politiche concernenti la sicurezza interna nazionale. Al fine di favorire lo scambio d’opinioni e rafforzare la collaborazione interdisciplinare, la CDSCS organizza annualmente, in collaborazione con la Società dei capi delle polizie delle città della Svizzera (SCPCS), un congresso sulla sicurezza urbana. Questa manifestazione mette sotto i riflettori le attività effettuate nel campo della sicurezza, sia dal punto politico sia pratico.

 

Presidente del Comitato

  • Nino Cozzio, Vorsteher der Direktion Soziales und Sicherheit, St. Gallen

 

Per ulteriori informazioni vogliate consultare il sito internet: www.kssd.ch

Società dei capi di polizia delle città svizzere – SCPCS

Dieci Cantoni della Svizzera dispongono, in aggiunta alla polizia cantonale, di corpi di polizia municipali, comunali e regionali. Questi ultimi contano all’incirca 3'800 agenti di polizia armati. Oltre 70 Corpi di polizia, tra cui la Polizia comunale di Zurigo (1'400 agenti), si sono associati e hanno formato la Società dei capi di polizia delle città svizzere SCPCS.

Oggigiorno le maggiori sfide della sicurezza urbana concernono la sicurezza integrata negli agglomerati cittadini. La sovrappopolazione e lo svolgimento di sempre maggiori attività sull’arco delle 24 ore ne sono i fattori determinanti.

Gli scopi della SCPCS sono i seguenti:

  • Lo scambio di esperienze
  • L’elaborazione di soluzioni nell’ambito della pratica di polizia urbana
  • La difesa degli interessi comuni

La SCPCS è rappresentata in tutte le organizzazioni nazionali portatrici d’interesse nel campo della polizia. Sul piano organizzativo collabora con la Conferenza dei Comandanti delle polizie cantonali svizzere (CCPCS) e su piano tecnico e politico con la Conferenza delle direttrici e dei direttori della sicurezza delle città svizzere con la quale organizza la sua Conferenza annuale sulla sicurezza. Quest’avvenimento è destinato a una gestione comune dei problemi urbani tipici, come pure all’elaborazione di strategie di polizia quali, per esempio, la polizia di prossimità o la pratica di polizia orientata ai problemi.

 

Per ulteriori informazioni vogliate consultare il sito internet: www.svsp.info

Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione – SEFRI

La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) fa parte del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) ed è il centro di competenza della Confederazione per le questioni di portata nazionale o internazionale concernenti la politica della formazione, la ricerca e l’innovazione.

La SEFRI è diretta dal Segretario di Stato Mauro Dell’Ambrogio e conta all’incirca 250 tra collaboratrici e collaboratori.

Nell’ambito della polizia ha il compito di vegliare affinché la Legge federale sulla formazione professionale (LFPr), che funge da base legale anche per la formazione di base e continua della polizia, sia rispettata. L’esame professionale e l’esame professionale superiore di agente di polizia si svolgono quindi sotto l’egida della SEFRI che funge anche da istanza di ricorso.

 

Per ulteriori informazioni vogliate consultare il sito internet: www.sefri.admin.ch

Commissione paritetica delle polizie svizzere – CoPa

In ossequio ai suoi statuti la Commissione paritetica delle polizie svizzere (CoPa) è l’organo responsabile dell’Esame professionale di agente di polizia. Oltre ai contatti che questa intrattiene con importanti partner, è l’organo che deve garantire lo sviluppo dei due titoli federali che certificano la professione di agente di polizia.

La CoPa stabilisce i regolamenti e le direttive dell’Esame professionale e dell’Esame professionale superiore e definisce le esigenze e le disposizioni che permettono il riconoscimento delle scuole di polizia. La definizione dei contenuti di formazione e di stage, in quanto prerequisito per l’esame professionale, come pure la puntuale informazione ai partner implicati, fanno ugualmente parte dei compiti della CoPa.

 

Composizione della CoPa

Presidenza

  • Reto Habermacher, direttore ISP

Membri

  • Monica Bonfanti, Comandante Polizia cantonale Ginevra
  • Fritz Lehmann, Comandante Polizia città Winterthur
  • Johanna Bundi Ryser, Presidentessa FSFP